lunedì 26 novembre 2007

A quando Heidi col burqa? Sottotitolo: Sono curiosa di vedere come si arrampica sulle rocce.

Ha fatto il giro del mondo la notizia della censura subita dalla dolce pastorella Heidi e qui a la fortezza delle scienze, anche se con ritardo, non potevo non parlarne.
Coperti i mutandoni che Heidi, da vera svergognata, mostra disinibita tra un saltello e una piroetta, facendo svolazzare la gonna a campana che fu il cruccio di mia madre quando da bambina mi fissai che ne volevo una uguale. Ricordo, perché quelle che avevo non svolazzavano abbastanza. Quella santa donna me la confezionò e ci rimasi molto male nello scoprire che le leggi della fisica sono tutt'altra cosa rispetto alle regole che governano il mondo dei cartoni. La gonna restava dritta e pesante sotto le ginocchia, altroché. Questo mio insano desiderio d'infanzia potrebbe essere assunto a prova della fondatezza delle ragioni di questa calata delle cesoie del censore se non fosse che, ad una analisi più approfondita, ci si rende conto che i mutandoni di Heidi, essendo l'antitesi del sex-appeal, potrebbero addirittura costituire un naturale disinibitore ed essere un valido spauracchio per giovani ansiosi di placare le prime impetuose tempeste ormonali. Quindi i mutandoni diventano da nemico da abbattere ad alleato all'educazione asessuale (con a privativa). Ma, evidentemente, qualcuno poco lungimirante non ha saputo cogliere le opportunità offerte da questi mutandoni così pieni di significato e di potenzialità; ma tant'è. Chissà come sarebbe andata se il nonno di Heidi avesse allevato maiali anziché capre. Avrebbero messo a dieta le bestiole e le avrebbero camuffate con la barbetta ispida?
Velo islamico, invece, per Clara e la signora Rottelmaier e qui la questione diventa più problematica perché c'è il rischio di combinare un gran casino e confondere il cartone animato Heidi con Tartarughe Ninja alla Riscossa e c'è da perderci la testa a capire perché Donatello, Leonardo, Raffaello e Michelangelo si trovino a Francoforte anziché agli Uffizi.
D'altra parte, una notizia come questa me l'aspettavo da un giorno all'altro. Solo che pensavo che a bandire Heidi sarebbe stata l'antidroga:tanto per riciclare vecchie storie (e battute già ritrite), è da tanto che si vocifera che fossein combutta con Pollon (Sembra talco ma non è... serve a darti...l'ALLEGRIA!). Del resto, se nella neve bianca lei vede le caprette che le fanno ciao e il buon nonno tiene il bottiglione del vino della casa sotto chiave, cosa credete che sia tutta quella neve bianca? Farina del suo sacco?
Posta un commento