lunedì 14 aprile 2008

Gli anni 80: le icone, quelle sui quaderni!




Questo è un post sulle icone degli anni 80, non nell'accezione più ampia di icona come simbolo ("Madonna e Michael Jackson sono icone del pop...") ma nel senso più stretto di "immagini" che ritrovavamo nelle stampe da incorniciare, nell'oggettistica e, soprattutto, nei nostri corredi-scuola.
In particolare, voglio soffermarmi sulle copertine dei quaderni, a volte davvero incantevoli, al punto da rendere più piacevole il momento dei compiti. Almeno per me. Ma vale anche la pena di ricordare gli stickers di allora tra cui merita una citazione la goffa coppietta di “L’amore è…”.
Ritorno indietro negli anni e ripenso alle variopinte copertine dei quaderni: con la stampa dei fumetti di Asterix e Obelix, con Bianca e Bernie, e con gli eroi dei cartoni animati (il quaderno di Jeeg, di Bia, di Candy, dei Barbapapà, di Capitan Futuro, di Remì,…) e soprattutto quello di Anna dai Capelli Rossi che, con le sue cornici di fiori e viti, ricrea atmosfere terribilmente romantiche.






Se parliamo di atmosfere romantiche allora non posso non dare spazio alle immagini di bambini dell’illustratrice americana Holly Hobbie, dedicando questo post a Romina che, con un suo vecchio post su Oltre il cancello dedicato alla magia del mondo di Holly Hobbie, mi ha riacceso dolci ricordi di un passato fatto di bambole di pezza, fantasie provenzali, trecce, lustrini, merletti, patchwork e profumo di violette. Un universo rassicurante avvolto dalle coperte all'uncinetto della nonna.
Le immagini di Holly Hobbie sono la rappresentazione di una vita più vera, più sana, più sobria. Della genuinità e della timidezza, della spensieratezza e della semplicità, dell’amicizia e della serenità. Di quanto sta diventando purtroppo estraneo al nostro stile di vita. di pezza e dei suoi abiti arricciati memori di una lunga tradizione contadina. Attimi rubati ad una vita sempre più frenetica, la pausa rilassante del rituale del the delle cinque, con i biscotti danesi presi dalla scatola di latta. Niente ansie, niente ombre, niente angosce, niente pessimismo.
Ero un vero maschiaccio, io, cresciuta tra pallone e figurine dei calciatori, ma non mi sfuggiva il fascino tutto femminile della bambola Forse mi mancava, più di quanto volessi ammettere, una compagnA di giochi. E, invece, il destino mi ha voluto far crescere tra fratelli, cugini e i loro amichetti. Pazienza! Sarà per un'altra vita. Allora sì che mi abbandonerò completamente all'incanto delle bambole di pezza e niente mi potrà fermare dall'ottenere una vera casa di bambole all'inglese.


Quaderni Holly Hobbie


Ma Holly Hobbie non è che la più nota rappresentante di un filone dai soggetti deliziosi che annovera altri importanti nomi: Sarah Kay, Miss Petticoat, Betsey Clark. Disegni di una tenerezza da fare invidia alle più accanite fan di Ann Geddes. Un filone che, in realtà, nacque già prima degli anni 80 ma che io, per ovvie ragioni anagrafiche, ho potuto conoscere e apprezzare solo in quegli anni, associandolo, di conseguenza, a quell’epoca.
Ecco una carrellata di copertine dei quaderni:


Quaderni Sarah Kay




Quaderni Miss Petticoat


Quaderni di Betsey Clark


Stessa poesia nelle immagini dell’illustratrice Angela Rippon , autrice di una collana di libri illustrati per bambini, intitolata Victoria Plum. L’attenzione, questa volta, si sposta sui boschi e su i suoi fatati abitanti: i folletti. Immagini da sogno, di quando i folletti li chiamavamo gnomi. E con queste bellissime immagini Victoria Plum concludo, non potendo pretendere di esaurire in un solo post la presentazione di un mondo vastissimo che comprende anche le magnifiche illustrazioni di Beatrix Potter e di Ruth Morehead, passando per I Teddies e Gli orsetti del cuore.
Immagini Victoria Plum



LinKs:
Holly Hobby World
Schemi al punto croce - Disegni di Sarah Kay ---->Wow! se non mi vedrete in giro, sapete il perché!
Bosco dei folletti
http://www.hellasmultimedia.com/webimages/sarah-htm/
http://www.lamianuvola.it/sarah_kay_3.htm
http://www.papertole.co.uk/
http://www.fortunecity.de/kunterbunt/bonner/730/MissPetticoat1.html

Photo Credits: (ro)bozzy, e-bay, altri.

26 commenti:

Romina ha detto...

BELLISSIMO! :)))

Questo post mi fa davvero sognare! Il bello è che sei riuscita a trovare anche le immagini dei quaderni di Holly Hobbie, Sarah Key e così via.

Arabafenice@ "Le immagini di Holly Hobbie sono la rappresentazione di una vita più vera, più sana, più sobria. Della genuinità e della timidezza, della spensieratezza e della semplicità, dell’amicizia e della serenità".

E' proprio vero. Fra l'altro certe immagini hanno la capacità di stimolare in noi i sentimenti migliori, di far affiorare emozioni e sensazioni sepolte dalle esigenze del vivere quotidiano. Sono una fonte di pensieri dolci, puri, delicati. Ne abbiamo bisogno, almeno secondo me.


GRAZIE allora per avermi dedicato questo bellissimo post, bellissimo sia nei contenuti che nelle immagini.
BACIONI! :))

ArabaFenice ha detto...

Romina, sono felice che tu lo abbia apprezzato. Certo che di materiale ce n'era da scrivere ed è stata una faticaccia inserire tutte quelle immagini in tabelle per allinearle.
Sai fare il punto croce?
Perché il primo dei link, se hai notato, ti fa scaricare schemi al punto di croce per fare bellissime immagini! Sicuramente farò qualche quadretto per la mia nipotina (e forse anche per me)

Romina ha detto...

Dimenticavo: l'immagine di Holly Hobbie con il cappello con i fiori, in testa, mentre spinge la carrozzina è STREPITOSA!

Romina ha detto...

No, purtroppo, non so fare il punto a croce. Lo facevo da bambina, ma ho abbandonato presto. Che non sia il momento di ricominciare! ;)

ArabaFenice ha detto...

Secondo me il punto croce è come la bicicletta: non si disimpara.:-)

jack ha detto...

Già,vero:) Grazie per avermele fatte ricordare..Le avevo quasi rimosse:)
Ho fatto un salto di almeno 20 anni indietro :)
Se non sbaglio c'erano anche i diari con queste copertine,vero?
Ciao e buon fine settimana:)

GlitterVictim ha detto...

In qualche armadio nascosto da qualche parte, dovrebbe esserci ancora il piumone che avevo da piccola sul letto con le bambine di Sarah Kay.

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Che bei disegni!!! Da "bimbe" ma veramente carini..

Pino Amoruso ha detto...

...grande Anna!!!
Buona domenica ;-)

ArabaFenice ha detto...

@ Jack
sì, diari, gomme, matite, cartelle (allora si usavano più le cartelle che gli zaini). Trovi di tutto a questo indirizzo
http://www.robozzy.com/scolastici/collezionescolastici.htm
Un sito molto completo quello di Robozzy anche se non sono riuscita a trovare né là né altrove info sulla ciambella salvagente di Barbabella che, da bambina, possedevo con tanto orgoglio!

@virgilio rospigliosi
sul sito che ho segnalato trovi anche le copertine per i maschietti: capitan harlock, capitan futuro, danguard, i gatchman...

@Pino
Grazie! buona domenica anche a te!

ArabaFenice ha detto...

@ glitter
hai un piumone del genere e lo tieni nascosto in armadio?

jimlm ha detto...

Grande il quaderno con Jeeg!
http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/

Mestolo & Paiolo ha detto...

Ciao, provengo dal blog di Mirtilla e sono venuto a curiosare un pò. Mi son tornati in mente molti momenti piacevoli della mia infanzia. Tornerò a trovarti e, se non hai niente in contrario, aggiungo il link tra gli amici. Grazie e ciao.
Stefano

Mirtilla ha detto...

siiiii!
le ricordo!!avevo un sacco di quaderni con le dolci bambine!!erano troppo carini!

Guareskj ha detto...

Ciao ArabaFenice, queste immagini che guardavo nelle cartolerie e sul banco delle mie compagne di classe mi hanno sempre ispirato qualcosa che non saprei definire. C'era anche, ricordo, qualche amica in classe che cercava di imitare il modo di vestire di SaraK Kay (se si scrive così... Per me che ero un giovane adolescente faceva parte del mondo femminile che allora guardavo con curiosità e attrazione. Credo di aver eegalatoa mia madre un'agenda con quei disegni, non avendo avuto il coraggio di regalarla a un'amica, o qualcosa di simile. Ciao Guareskj

p.s.: e i Peanuts?

ArabaFenice ha detto...

@mestolo & paiolo
Ciao! Benvenuto!
In un momento meno caotico visiterò il tuo blog (il tuo nick mi ha incuriosito...) e ricambierò con piacere il link:-)

@mirtilla
io non ne avevo molte (le aveva più mio fratellO!)ma ne ricordo uno dove c'era una bimba che stirava un grembiule (e c'era su di esso una brutta bruciatura) su un grosso cestino capovolto.

@guareskj
benvenuto anche a te!
Credo di aver eegalatoa mia madre un'agenda con quei disegni, non avendo avuto il coraggio di regalarla a un'amica, o qualcosa di simile
Immagino il piacere e la soddisfazione di tua madre per un gesto così bello e un regalo così delicato:-)

GlitterVictim ha detto...

Ehm... sì!

Però la federa del cuscino la uso ancora, quando vado in vacanza la infilo sempre in valigia.

L ha detto...

Io avevo anche le copertine di plastica e i raccoglitori con gli anelli con quei disegni...

(anche un paio di Sarah Kay causa errato acquisto di chi mi comprava i quaderni in cartoleria).

Ciao,
L.

Guareskj ha detto...

Comunque confesso di sapere anche fare un po' di punto croce (chi vuole può ridere) ciao

ArabaFenice ha detto...

@l
io avevo il diario di victoria plum:-)

@guareskj
perché dovrei ridere?:-)
anche questa è pari opportunità:-P

max ha detto...

mamma mia che memoria....bel post mi porta alle elementari :-))

Romina ha detto...

Potevo forse evitare di tornare, anche se è trascorso un po' di tempo, a rivedere questo post? ;)
Impossibile.
Fra l'altro ho riconosciuto le copertine di quaderni che ho posseduto anch'io con grande e infantile orgoglio. Mi dispiace molto averli gettati via, nella furia distruttrice dell'estrema giovinezza, ma per fortuna ho salvato il diario. Lo conservo gelosamente, quasi fosse una reliquia.
E non me ne vergogno.

Saluti e baci :)

ArabaFenice ha detto...

@ romina
purtroppo anche la mia furia distruttrice non è stata da meno e quel che ho salvato io non è stato risparmiato da mia madre che non può fare a meno di buttare tutto ciò che le capiti fra le mani (vd. salvagente di barbabella).
non ricordo di aver avuto un diario di holly hobbie ma ricordo tantissimi quaderni di miss pettycoat. molti erano mio fratello più grande, a dire il vero, che li scarabocchiava e la cosa mi faceva andare in bestia; mia madre era brava a comprare i quaderni con soggetti femminili quando servivano a mio fratello e a comprare quelli odiosi con soggetti sportivi quando servivano a me. ricordo vagamente anche di un diario che devo aver posseduto con i folletti di victoria plum.
poi mi ricordo di un quaderno di miss petticoat con una bambina che stira, con un ferro di vecchio stampo, un grembiule su una cesta rivoltata, con gli uccellini tutti intorno e una macchia di bruciato sul bucato. Mi piaceva così tanto che ne feci una riproduzione a tempera su tela che una mia zia incorniciò e mise nella stanza dei suoi bambini:-)

Friederike ha detto...

Ciao ragazze cercavo immagini di Sarah Kay ed ho trovato il vostro blog. I
o l'adoro, ho ancora(nonostante i 27 anni inoltrati) le tende in camera con le sue immagini. Bellissime!
Complimenti è davvero un blog carino.
Ciao

ArabaFenice ha detto...

ciao frederike, se avessi anche io delle tendine così non le rimuoverei per nulla al mondo. che importa l'età!:-)

Costanza ha detto...

Sono del 73, qualcuno si ricorda di pupazzi fatti ad uncinetto della fine degli anni 70? ho un vago ricordo di album di figurine...