venerdì 30 settembre 2016

M come Manga Club

[editoria] Questo è il primo fra i post che dedicherò a delle iniziative nell'ambito tematico di questo blog di cui sono venuta a conoscenza grazie a Redazione a Colori che mi ha inviato il relativo materiale.
La prima iniziativa è l'edizione di una piccola enciclopedia dei cartoni animati giapponesi uscita sotto forma di rivista dal titolo Manga Club. Riporto un po' di informazioni che Redazione a Colori, nella persona di Gianni, mi ha fornito nella sua mail di presentazione, raccontandomi che
"il nome con cui volevo chiamare la rivista all’inizio fu “Anime Club”. La rivista trattava serie
animate, ovvero cartoni animati e non fumetti, però il nome Anime (cartone animato), suonava
male. Così alla fine fu optai per riutilizzare la parola Manga (usata già da tante riviste), ma la parola Club era quella che la rese vincente."
La rivista è composta da volumi in formato A5 che trattano di oltre 300 titoli di serie giapponesi (tutte edite e importate in Italia), descritti ciascuno con una scheda e organizzati per lettera come una grande rubrica telefonica, con ogni volume dedicato ad una lettera. Davvero facilissima da consultare!
Nata nel 2004, la rivista è stata presentata nel 2005 presso la celebre libreria Hoepli di Milano in Duomo alla presenza di un centinaio di persone ed è stata sponsorizzata anche in tv su Telenova e su Lombardia TV, ottenendo citazioni anche su diversi giornali e siti web.

Parecchio spazio è anche riservato al merchand dei cartoni animati giapponesi come Adesivi, Album di figurine, Bambole e Modellini, Card, Cartoline, Dischi, Libri, Patatine, Poster, Puzzle, Quaderni,
Riviste, Tessere telefoniche, Videocassette…
In ogni numero si parla di un interprete o autore delle sigle come Albertelli e Tempera, Andrea Lo
Vecchio, Augusto Martelli, il Coro "I Nostri Figli" di Nora Orlandi, Cristina D’Avena, i Fratelli Balestra, Douglas Meakin, Georgia Lepore, Giampi Daldello, Giorgio Vanni, I Cavalieri del Re, "I Piccoli Cantori" di Niny Comolli, Le Mele Verdi, Nico Fidenco, gli Odeon Boys, gli Oliver Onions, Paola Orlandi, Enzo Draghi ma si parla anche dei migliori siti in linea dedicati al mondo dell’animazione giapponese.
Saltuariamente la rivista tratta l'argomento animazione giapponese per tipologia: serie  sgli animali,  serie robotiche,serie di magia e tante altre categorie. Insomma uno sguardo a 360° su questo appassionante mondo!
La conclusione della rivista va poi a fare un escursione nel mondo delle Telesigle, ossia le sigle delle più celebri serie TV coetanee:  l’ultima pagina, infatti, propone il testo della canzone, e la foto
del disco, di sigle come “Arnold”, “Furia cavallo del West”, “Hazzard”,
“I ragazzi della 3 C”, “Koseidon”, “La banda dei 5”, “La donna bionica”, “Lassie”, “Megaloman”,
“Mork e Mindy”, “Orzowei”, “Pippi calzelunghe”, “Rin Tin Tin”, “Sandokan”, “Le simpatiche
canaglie”, “S.O.S. Spazio 1999”, “Woobinda”, “Zorro”.
Manga Club nel 2005 è stata premiata come Miglior Rivista di Animazione Giapponese ed è stataiene ristampata nel 2006 con copertine diverse. Crediti: Redazione a Colori, MangaClub e Telecartoni.


Posta un commento