lunedì 9 giugno 2008

"Allegri, bambini!"

Il cervello umano è strano e sicuramente il mio non è l’eccezione che conferma la regola; leggendo l’articolo Chi l'ha visto? Il mago Galbusera scritto qualche giorno fa da Araba Fenice, la prima cosa che mi è venuta in mente è stata l’immagine dell’ippopotamo della Lines, Pippo.

Un’associazione di idee sconnesse se non per il fatto che sia il Mago G che Pippo risalgono più o meno allo stesso periodo televisivo. Entrambi i personaggi, nel bene o nel male, hanno segnato contemporaneamente la nostra infanzia: all’inizio degli anni ottanta un buffo tizio, a metà strada tra lo zio Sam e Mirko dei Beehive ci triturava i nervi a suon di zalet mentre un allegro ippopotamo parlante sulle note trallallà ci illustrava l’evoluzione del pannolino.

Della sua infanzia la mia mamma ricorda con affetto i pupazzi Topo Gigio, Susanna e Provolino, io invece sono legata, ahimè, a Pippo, il Mago G, Five, Uan, Four ed al tenerone. Le mode attuali sembrano essere poco incisive e troppo veloci per restare impresse nella memoria, tra trent’anni i bambini di oggi ricorderanno che le Winx sono state parte integrante della loro crescita?

Signore e signori ecco a voi PIPPO:




Smanettando su youtube ho trovato un Carosello della Lines del 1966, io non ero ancora nata, Pippo si:

10 commenti:

ArabaFenice ha detto...

quelli che hai nominato sono tutti miei miti, susanna compresa (mia madre aveva il rito di mariarosa, quella del lievito). ci aggiungo rockfeller e pompeo e carlotta.

hai ragione: i personaggi che oggi conquistano l'immaginario dei bambini, figli di un consumismo usa-e-getta, sembrano destinati presto all'oblio.

per quanto riguarda pippo, direi che l'associazione con mago G non si esaurisce solo con la contemporaneità.
entrambi sono testimonial degli spot, entrambi sono scomparsi (ora i pannolini lines non esistono più, mi sa che si chiamano huggies), le loro performances erano accompagnate da un jingle che oggi associamo univocamente al personaggio.
di pippo vale la pena di ricordare che le sue apparizioni non si limitavano agli spot registrati ma era presente anche nello spazio promozioni di alcuni programmi, con susanna messaggio, come in quelli di mike bongiorno.
ricordo anche dei pippo in miniatura di plastica che forse si ottenevano con una raccolta punti.

Di Pippo credo che sia indimenticabile la caratteristica voce (Carlo Bonomi, http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/voci/vocicbon.htm) che è nientepocodimeno che la voce della stazione centrale di Milano. Successivamente fu sostituito da Franco Rosi (telegattone)...
E come direbbe Pippo.... ALLEGRI RAGAZZI!!

ArabaFenice ha detto...

il mito, non il rito:-P

ArabaFenice ha detto...

glitter! vedi, la tua associazione non è infondata! Ci sono informazioni che depositiamo inconsapevolmente dentro di noi, le disgreghiamo e le ricomponiamo, tirandole fuori secondo una logica che a volte ci sfugge ma che in realtà esiste.
leggendo la pagina di carlo bonomi che ti ho segnalato, ho letto che la voce di pippo è la voce fuori campo che si ascolta all'inizio dello spot del mago G! coincidenze o similitudini colte inconsapevolmente?

stella ha detto...

Care ragazze siete splendide,dedicare un blog ai nostalgici del tempo che fu e in modo semplice,ma accattivante, non è da tutti.Perchè noi ricordiamo ancora i cartoni animati e carosello? Erano incisivi,inviavano messaggi sani,ci facevano ridere e poi ...non avevamo giochi elettronici.Un caro saluto

(Lady).Chobin ha detto...

TUTTO VERO!!!
Ricordo tutti molto bene e ricordo a nche cioccorì e biancorì con i loro gadgets... e le carte del detersivo...eh!!!

Non so quanto rimarrà dei personaggi di oggi, appena esce un cartone animato o simili nuovo, tutti i bambini acquistano subito l'ultimo gadget, per poi dimeticarsene pochi giorni dopo. Una volta dovevi farti tutta la raccolta punti fedeltà per avere una sola cosa del tuo eroe ... (io ero riuscita ad avere solo la tenda degli indiani della motta grazie alle girelle )

scrittrice75 ha detto...

sii me lo ricordo.. carine queste pubblicità--
grazie per il commento sul mio blog- buona serata

ArabaFenice ha detto...

@stella
perfettamente d'accordo

@ ladychobin
e le pubblicità e i fumetti del galak?:-)

@ scrittrice75
come non ricordarseli!

GlitterVictim ha detto...

Le pubblicità storiche che hanno segnato la nostra infanzia e poi la nostra adolescenza sono veramente tante, le mie preferite erano in assoluto (ma lo sono tuttora) quelle della Barilla e del Mulino Bianco. Come possibile dimenticare la bambina con l'impermeabilino giallo colta da un improvviso temporale che salva il gattino terrorizzato? Ed ancora clementina che si delizia dei tegolini cucinati con amore dal suo mugnaio bianco.
Un gradino sopra anche le pubblicità anni ottanta natalizie di Bauli e Coca Cola "auguri cocacola e poi un coro in armonia, canta insieme a noi..."

ArabaFenice ha detto...

@ glittervictim
c'è un sito tutto dedicato agli spot.
io sono affezionata alla pubblicità della "Tinsemall"...opss.. "simmenthal" e alla mitica "Pizzettine Catarì" che ho scoperto essere ancora in commercio...

max ha detto...

ero convinto che la voce fosse di Alberto Sordi visto che assomigliava molto a quando doppiava Oliver Hardy in arte Olio....bello ricordare i cari vecchi caroselli :-))
ciao da Max